fbpx

La tua guida turistica ai giardini di Firenze

La flora di Firenze – indissolubile nell’origine del nome stesso – è stata celebrata da pittori (Sandro Botticelli) e stilisti (Gucci e Ferragamo) e si offre tuttora ai visitatori senza fretta, che hanno voglia di indugiare in un turismo lento, di piacere dei sensi, di pace e armonia a contatto con la natura.

Vorrei rivolgere questi itinerari a paesaggisti, botanici, architetti del paesaggio, amanti del verde ma anche a tutti coloro che vogliono evadere da quel turismo di massa che affligge il nostro tempo, verso un turismo più consapevole, più sereno, rilassato, di ampio respiro.

Firenze è una città circondata da un anfiteatro di verdeggianti colline, dove i giardini sono numerosi ma non spesso facilmente accessibili: questi percorsi sono volti ad aprire i cancelli di quei parchi e giardini nascosti dell’antica Florentia, per schiuderne l’animo discreto e suggerne il segreto.

“Ai mestieri d’arte, di cui Firenze è indiscussa capitale, ho rubato il piacere di creare fiori… un omaggio spontaneo e naturale, più ancora che ragionato e consapevole… al rigoglio unico, incomparabile e magico del Giardino di Boboli”
Gianfranco Ferrè

Nel 2013 mi sono trasferita in Mugello: la campagna toscana non ha bisogno di presentazioni. La geometria verde dei vigneti, le dolci colline punteggiate di ulivi, i cipressi in fila mi hanno incantata.
Nel 2015 ho lavorato come accompagnatrice turistica per l’”Association Acanthe” (Franche-Comté) in un tour ai giardini di Napoli e Costiera Amalfitana.
In quest’occasione, il turismo verde delle visite guidate ai giardini, più lento e rilassato, mi ha letteralmente conquistato. Visitare un giardino e passeggiare nel verde dà benessere e rende felici!
Per questo motivo, ho iniziato a studiare da autodidatta la storia del giardino, leggendo testi di Pierre Grimal, Cristina Acidini Luchinat, Attilio Mordini, Pietro Porcinai, Cecil Pinsent, Harold Acton, Paola Maresca, Paola di Felice, Mariachiara Pozzana, Jenny Uglow, Tim Richardson e Santiago Beruete che mi hanno permesso di avere una solida base storico-artistica circa lo sconfinato mondo dei giardini. Sono inoltre un’ammiratrice di Monty Don, il più esperto conoscitore di giardini.
Nel 2019 ho frequentato un corso di “Garden Design” alla Cotswold Gardening School, nelle Cotswolds, presso Bath, in Gran Bretagna e nel 2020 ho studiato “English Landscape Gardens: from 1650 to present day” alla Oxford University.
Ho visitato l’appuntamento internazionale più prestigioso del mondo, il Chelsea Flower Show a Londra e non mi sono persa l’incantevole Mostra delle Camelie della Lucchesia, a Pieve di Compito e la Mostra di Primavera e d’Autunno della Società Toscana di Orticultura, a Firenze.
La Toscana è disseminata di giardini rinascimentali, barocchi, romantici e anglo-fiorentini… cosa aspetti, viaggiatore? Andiamo a visitarli insieme!

20180825_140005
Contact me!

I am not online at the moment. But you can send your request by e-mail, I'll answer as soon as possible.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

error: Content is protected !!