I diversi

Il salotto di Firenze
Il salotto di Firenze
Passeggiata chic lungo l'antica "Via dei Belli Sporti", che, fin dal passato, dimostra una chiara vocazione alla moda. Eppure, lungo Via Tornabuoni non si articolano solo le vetrine più eleganti di Firenze, ma un nastro di palazzi dall'allure sofisticata e dai coloriti aneddoti: Palazzo Antinori, Palazzo Corsi Tornabuoni, Palazzo Lardarel. Si conclude con il ventaglio di palazzi della scenografica Piazza Santa Trinita, il ponte (disegnato da Michelangelo), e una sbirciatina alla bellissima chiesa di Santa Trinita con gli affreschi di Ghirlandaio.
Le meraviglie del Manierismo
Le meraviglie del Manierismo
Lo sapevate che Pontormo scrisse per due anni un diario dove annotava cosa mangiava e come lo digeriva? E lo sapevate che entrava a casa sua dalla finestra? Cellini, per fondere il „Perseo“, utilizzò tutte le sue pentole, in mancanza di stagno! Scoprite le stranezze degli artisti del Manierismo, nato a Firenze agli albori del '500. Firenze non è solo Rinascimento! Immergetevi nell'eleganza e nell'artificio: dal Chiostrino dei Voti di Andrea del Sarto, Pontormo e Rosso Fiorentino, fino alla meravigliosa „Deposizione“ di Pontormo nella Chiesa di Santa Felicita, passando per lo Studiolo di Francesco I a Palazzo Vecchio e i capolavori di diaccia bellezza del Bronzino agli Uffizi.
In barchino sull'Arno
In barchino sull'Arno
Il fiume racconta la storia di Firenze. Cullati dallo sciabordio delle sue acque, fiancheggeremo eleganti palazzi, attraverseremo i ponti più antichi della città, solcheremo l'Arno scoprendone la sua storia, il suo corso, i segreti più arcani a bordo dello storico "barchino". Renaioli, lamprede e canottieri vi aspettano in questa lenta navigazione fluviale: per una volta, Firenze si farà contemplare da un originalissimo punto di vista.
La moda a Firenze
La moda a Firenze
Il “Made in Italy” nacque il 22 luglio 1952 a Palazzo Pitti grazie all’ingegno di Giovanni Battista Giorgini. Firenze divenne il palcoscenico di Gucci, Salvatore Ferragamo ed Emilio Pucci. Scopriamo la Galleria della Moda e del Costume, il Museo Gucci e il Museo Ferragamo tra perle, seta ed intramontabile eleganza.
Fiesole etrusca e romana
Fiesole etrusca e romana
Idilliaca, bucolica, pittoresca: Fiesole, in poche parole. Ma pochi vengono davvero a visitarla. L'antica Vipsl – così chiamata dagli Etruschi – offre oggigiorno un interessantissimo sito archeologico, provvisto di teatro romano, terme, templi, altari, pure una necropoli longobarda. Annesso al sito archeologico, il museo civico offre interessanti frammenti e reperti a completamento della visita. Siete in cerca di qualche antica rovina romana? Beh, ecco la soluzione migliore, a pochi passi da Firenze... d'altronde, tutte le strade portano a Fiesole!
Storiche farmacie e antichi speziali
Storiche farmacie e antichi speziali
Il potere delle erbe si tramanda a Firenze di speziale in speziale fin dal Medioevo. In questo giro curioso, ci avventureremo tra le ricette degli antichi speziali, cercando qualche traccia dell'Arte Maggiore di Medici e Speziali, alcuni suoi adepti, e, specialmente, le farmacie dallo storico sapore e dall'ambrato profumo che ci invade le narici quando ne varchiamo la soglia. Imperdibile una capatina all'Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella, naturalmente.
C'era una volta... Scrittori a Firenze
C'era una volta... Scrittori a Firenze
Poteva forse mancare un tour letterario nella città di Dante Alighieri? Una passeggiata all'insegna della lingua italiana: dal quartiere di Dante a quello di Vasco Pratolini, passando per i luoghi di Carlo Collodi e del suo "Pinocchio", ma anche di Fëdor Dostoevskij, di Alessandro Manzoni – che a Firenze venne proprio "per sciacquare i panni in Arno" – fino al Porcellino... perché è così famoso, poi? Ce lo svela una fiaba di un famosissimo amico danese... Viaggio nel tempo e nella lingua, perfetto per i bambini.
Il business viola dei Rucellai
Il business viola dei Rucellai
Narra la storia, che un tale chiamato Alamanno del Giunta intraprese un viaggio verso l'Oriente... dovendo ottemperare ai suoi bisogni, cercò invano un autogrill nei paraggi, si fermò in una radura verdeggiante...e, con grande stupore, trovò la sua fortuna, tinta di viola! E quando tornò a Firenze… Il nostro tour seguirà la scalata al successo dei Rucellai, dagli Orti Oricellari fino alle opere rinascimentali del grande architetto Leon Battista Alberti: la facciata di Santa Maria Novella, Palazzo Rucellai, Loggia Rucellai, con tappa finale al Tempietto del Santo Sepolcro. Della serie: non solo Medici...
Segreti del Museo Archeologico
Segreti del Museo Archeologico
La patina di polvere che ammanta gli angoli del museo lo rende ancora più affascinante. Qui, tutto è silenzio: sarcofagi di etruschi panciuti ci guardano sornioni, la ceramica greca risplende con i suoi miti leggendari. Poi, ci si imbatte nel ruggito della terrificante Chimera: quasi ci fa sussultare di spavento! Chi se l'aspettava, lì, nel buio della stanzetta dov'è accovacciata?! Si tenta di uscire in punta di piedi attraverso la sezione egizia (seconda, in Italia, solo a quella di Torino). Ma chi ce la fa, senza voltarsi indietro?!... Qui, tutto è magia e stupore, nella decina di mummie sparse intorno.
Museo Horne e Palazzo Davanzati
Museo Horne e Palazzo Davanzati
Due musei spesso, ahimè, dimenticati ma che, a sorpresa, raccontano più di quanto i loro nomi non dicano. Sopravvissuti grazie all'operato di grandi collezionisti come Herbert Percy Horne ed Elia Volpe, questi due musei offrono uno spaccato molto interessante della casa fiorentina, con le sue sedie, i suoi cassoni, ma anche pezzi forti come il "Santo Stefano" di Giotto dell'Horne o la camera affrescata della "Castellana di Vergy" di Palazzo Davanzati. Un'opportunità per sentirsi davvero un Fiorentino d'altri tempi.
Un tuffo nel Blu(b)
Un tuffo nel Blu(b)
Blub è la rivincita dell'arte di strada e la prova di quanto si possa imparare divertendosi. Questo tour è rivolto in particolare ai bambini: faremo una caccia al tesoro in cerca delle opere di questo misterioso personaggio, sparpagliate in centro! Vi anticipo che dovrete scovare Federico da Montefeltro, Dante e la Venere del Botticelli... Dopo averli trovati, li confronteremo con le immagini degli originali! Vi aspetto... ah, dimenticavo: tutti i nostri amici hanno maschera e boccaglio... Blub ce li offre in un acquario colorato! Ma a noi, per questa volta, le pinne non servono.
Firenze non è bella se non è litigarella
Firenze non è bella se non è litigarella
Corso Donati, parente di Gemma, moglie di Dante, nel 1300 tagliò il naso al suo nemico della famiglia de' Cerchi, che, da quel momento, avrebbe preso il triste nome di Ricoverino.
I Fiorentini si sa, sin dal passato, furono di carattere guerrafondai: il cronista Giovanni Villani sosteneva la diretta discendenza del popolo dal dio della guerra in persona, Marte.
Caliamoci insieme dietro le quinte di battaglie, duelli e tragicomici avvenimenti: dalla celebre „menata di sterco“ del 1501 ai sfortunati Bischeri, autori della propria ridicola disgrazia.
Contact me!

I am not online at the moment. But you can send your request by e-mail, I'll answer as soon as possible.

Not readable? Change text.

Start typing and press Enter to search